Il Monte Mesma

Il Monte Mesma, colle che raggiunge i 576 metri di altitudine, è situato nel territorio del Comune di Ameno in provincia di Novara.

Sulla sommità del colle si elevano la chiesa ed il convento seicenteschi, davanti ai quali si apre un sagrato panoramico, da cui si gode una suggestiva vista sul Lago d’Orta e, in lontananza, sul massiccio del Monte Rosa.

I lavori di costruzione del convento e della chiesa iniziarono nell’anno 1619, utilizzando i materiali risultanti dalla demolizione di un antico castello posto sulla sommità del colle. La chiesa è a navata unica e sopra l’altare è appeso il grande Crocifisso scolpito nel 1712 dallo scultore milanese Lentignani.

Il complesso degli edifici conventuali si raggruppa attorno ai due chiostri. Il primo che incontriamo dopo l’ingresso un tempo serviva a dar riparo a pellegrini e viandanti, mentre al centro del secondo troviamo il pozzo, un tempo riserva idrica del convento. Da questo chiostro si raggiunge la “sala dello stufone”, piccola stanza accogliente dove è conservata una grande stufa realizzata in pietra nera di Oira nel 1727.

Coltivata un tempo soprattutto con filari di vite,oggi la collina di Mesma è ricoperta quasi interamente da boschi di castagno, tranne la parte adiacente al convento dove i frati francescani coltivano ancora con cura prati ed orti. Interessante dal punto di vista naturalistico è la base della collina dove scorrono il rio Membra ed il torrente Agogna per la ricchezza di essenze vegetali.

Importanti ritrovamenti archeologici sono inoltre stati rinvenuti in questa zona: si tratta di sepolcreti risalenti alla prima età del ferro appartenuti, quasi certamente a popolazioni di razza celtica. Grossi mattini e tegoloni romani, rinvenuti sulle pendici dello stesso Mesma, testimoniano la successiva presenza di legioni romane.

© Copyright Ente di Gestione dei Sacri Monti 2013. All rights reserved.